SEGUICI SU:
SISTEMA BILATERALE DELLE COSTRUZIONICassa Edile CPT Scuola Edile
Category: Circolari e normative
You are here: Home \ Circolari e normative

La Cassa Edile della Provincia di Cagliari informa che, fino a esaurimento scorte, sono gratuitamente disponibili per le imprese regolarmente iscritte sia le mascherine chirurgiche (seconda fornitura) che le mascherine di tipo FFP2.
 
Per rendere semplice la richiesta, le imprese interessate potranno compilare e sottoscrivere l’apposito Modulo Editabile e inviarlo tramite e-mail a areacomunicazione@cassaedilecagliari.it oppure con foto attraverso WhatsApp (392 666 7024) e saranno contattate quanto prima per la consegna, che avverrà esclusivamente su appuntamento, in osservanza delle misure di sicurezza vigenti in questa fase emergenziale.
Coloro che, invece, avessero già presentato richiesta a maggio scorso per le mascherine FFP2, giunte soltanto ora dopo molteplici ritardi, non dovranno presentare una nuova richiesta e saranno ricontattati quanto prima per concordare una data per il ritiro.
Per evitare assembramenti, Vi chiediamo di incaricare una sola persona, eventualmente munita di delega.

Per ulteriori informazioni potete contattare gli uffici della Cassa Edile di Cagliari allo 070 3423001.

Con la Circolare n. 401/C, la Cassa Edile di informa di aver acquistato una fornitura di mascherine chirurgiche e FFP2 che sarà messa a disposizione delle imprese iscritte, secondo quanto indicato dalla circolare stessa, con il fine di favorire la continuità e la futura ripresa delle attività nei cantieri.  

Per visualizzare e stampare la circolare n. 401/C della Cassa Edile cliccare qui

 

Con la circolare n. 400/C la Cassa Edile informa che le Parti Sociali Nazionali, in data 23 marzo 2020, hanno sottoscritto l’accordo che trovate pubblicato sul
nostro sito e allegato alla suddetta circolare, che prevede numerosi provvedimenti e misure a favore di imprese e lavoratori vista l’emergenza epidemiologica da COVID-19 in atto.

Per visualizzare e stampare la circolare n. 400/C della Cassa Edile cliccare qui

E’ stato trasmesso in data odierna da parte della CNCE un accordo siglato fra le parti sociali nazionali firmatarie che prevede l’aumento della contribuzione FNAPE.

In conseguenza la Cassa Edile di Cagliari ha provveduto a modificare, senza aumento nel totale, le proprie aliquote contributive, come da allegata circolare.

 

  • Per visualizzare e stampare la circolare n. 399/C della Cassa Edile cliccare qui
  • Per visualizzare e stampare l’accordo FNAPE cliccare qui
  • Per visualizzare la pagina delle aliquote contributive cliccare qui

Con il rinnovo del CCNL Edilizia Industria/Cooperative, le tabelle contributive della Cassa Edile sono state aggiornate con decorrenza dalla busta paga di gennaio 2019,  come da circolare 398/C.

La tabella contributiva aggiornata è valida anche per il CCNL edile Artigiano/Piccole Medie Imprese, siglato il 31.01.2019, che prevede uguali prestazioni e contribuzioni del CCNL Industria/Cooperative.

  • Per scaricare la circolare Cassa Edile di Cagliari 398/C (11.02.2019) cliccare qui
  • Per scaricare il CCNL edilizia Industria e Cooperative (18.07.2018) cliccare qui
  • Per scaricare il CCNL Artigianato e Piccole Medie Imprese (31.01.2019) cliccare qui
  • Per scaricare il Comunicazione CNCE n. 646 (21.12.2018) cliccare qui

Come noto, e come da Circolare n. 397/C, le contribuzioni versate alla Cassa Edile per “Cassa Edile”, “Scuola Edile”, “Anzianità Professionale Edile”, “Fondo Comitato Paritetico per la prevenzione infortuni, l’igiene e l’ambiente di lavoro”, “Fondo Rappresentanti dei Lavoratori per la sicurezza”, “Aliquota Finalizzata di Sistema” e “Indennità Lavori Usuranti”, devono essere assoggettate a contribuzioni di previdenza, nei limiti del 15% del loro ammontare.

L’accantonamento del 14,20% a titolo di ferie e gratifica natalizia resta sempre assoggettato a contribuzione per l’intero ammontare.

La contribuzione imponibile su cui calcolare i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro e dei lavoratori è ora così costituita:

  1. a) dalla retribuzione, comprese, ovviamente, le somme accantonate alla Cassa Edile a titolo di ferie e gratifica natalizia, al netto del contributo dovuto dal lavoratore alla Cassa Edile (0,40% calcolato su paga base, contingenza, indennità territoriale di settore, EDR, EET e utile di cottimo, ove esista);
  2. b) dal 15% delle somme dovute alla Cassa Edile dal lavoratore e dal datore di lavoro per i titoli sopra elencati (15% del 7,17% = 1,08); resta inteso che quest’ultima percentuale dovrà essere calcolata sulla medesima base imponibile sopra indicata (paga base, contingenza, indennità territoriale di settore, EDR, EET e utile di cottimo ove esista).

Per ulteriori chiarimenti non esitate a contattare gli uffici della Cassa Edile inviando un’email a info@cassaedilecagliari.it. 

Per scaricare e visualizzare la circolare n. 397/C cliccare qui

Il CPT informa le imprese associate che l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), con la recente circolare n. 1/2018, ha fornito importanti indicazioni operative sulla corretta applicazione della disposizione di cui all’articolo 34, comma 1, del decreto legislativo n. 81/2008 relativa allo svolgimento diretto, da parte del datore di lavoro, dei compiti di primo soccorso prevenzione incendi e di evacuazione.

In merito allo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione incendi e di evacuazione, l’INL ha precisato che tale facoltà concessa al datore di lavoro, (con l’esclusione delle realtà aziendali considerate comunque a rischio – art. 31, co. 6), non significa che lo stesso svolga tali compiti da solo né, tanto meno, che sia esonerato dal rispettare gli specifici obblighi previsti in capo al datore di lavoro dall’articolo 18 del medesimo decreto legislativo.

Nello specifico, come noto, il datore di lavoro ha l’obbligo di “designare i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza” (art. 18, comma 1, lettera b), unitamente all’obbligo di “adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei luoghi lavoro, nonché le misure per il caso di pericolo grave e immediato. Tali misure devono essere adeguate alla natura dell’attività, alle dimensioni dell’azienda o dell’unità produttiva e al numero delle persone presenti.” (articolo 18, comma 1, lettera t). Va inoltre rilevato che come previsto dall’art. 43 comma 2 “Ai fini delle designazioni di cui all’art. 18 comma 1, lettera b), il datore di lavoro tiene conto delle dimensioni dell’azienda e dei rischi specifici dell’azienda o della unità produttiva…”.

Ne consegue che, il solo fatto che il datore di lavoro, previa adeguata formazione, possa svolgere le attività sopra descritte, non comporta che operi in totale autonomia nello svolgimento di tali compiti: lo stesso infatti, si avvarrà dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure anzidette, che vanno designati in numero adeguato e sufficiente nel rispetto di quanto previsto nell’art. 43 comma 2 dello stesso Decreto legislativo.

Per prendere visione della circolare n°1/2018 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro cliccando qui.

Stante il potenziale oneroso impatto di tale precisazione, sarà nostra cura tornare sull’argomento non appena interverranno ulteriori specificazioni e/o interpretazioni. Il personale del C.P.T. è a disposizione di imprese e consulenti per fornire ogni eventuale chiarimento si ritenesse necessario

Si comunica che, in data 31 gennaio 2018, è stato stipulato l’accordo tra Ance, Associazioni cooperative e artigiane e Feneal – UIL, Filca – CISL e Fillea – CGIL in merito alla revisione della contribuzione al fondo nazionale APE e alla modifica del contributo minimo APE.

Si rileva che la revisione del contributo minimo, rapportato alla contribuzione APE, decorre dal mese di ottobre 2017, per il quale il software MUT ha già adeguato la relativa denuncia.

In attesa di eventuale e diversa indicazione proveniente dalle parti sociali territoriali, rimane invariata la contribuzione complessiva a questa Cassa Edile, come da aggiornate imputazioni delle tabelle contributive.

Per visualizzare e stampare la circolare n. 396/C della Cassa Edile cliccare qui

Per visualizzare e stampare l’accordo FNAPE cliccare qui

Giungono segnalazioni di un aumento di imprese che, pur svolgendo attività edilizia, si sottraggono all’applicazione del CCNL edile, ricorrendo a contratti, considerati, oltretutto a torto, meno onerosi. Una delle conseguenze è l’evasione dagli obblighi contributivi verso le Casse Edili.

L’errata applicazione del contratto rappresenta una grave alterazione della leale concorrenza tra Imprese, danneggia chi opera nel rispetto delle norme e produce nefasti effetti sulla retribuzione e sui diritti dei lavoratori del settore.

Ricordiamo che le Imprese che operano nell’edilizia e che svolgono lavorazioni merceologicamente riconducibili a tale attività, devono applicare il contratto collettivo dell’edilizia.

Si ricordano in tal senso la nota del Ministero del Lavoro del 24 marzo 2015; l’art. 51 del D. Lgs. 81/2015; l’art. 30, c4 del D. Lgs. 50/2016 (Codice degli Appalti).

Non sono consentite aggiudicazioni, sia nei lavori pubblici che in quelli privati, per imprese non iscritte ad una delle Casse Edili promananti dalle Associazioni di categoria maggiormente rappresentative sul territorio nazionale.

Su tali temi si è consolidata negli anni una corposa giurisprudenza. A titolo di esempio si confrontino: interpello Min. Lav. 18/2012; interpello Min. Lav. 56/2008; nota del Min. Lav. 6/11/2009; per i Lavori Pubblici D. L.gs. n. 50/2016 art. 105; per i lavori privati T.U Sicurezza D. Lgs. 81/2008; art. 90; parere precontenzioso ANAC n. 6 del 4/02/2015; deliberazione AVCP n. 91 del 2007; sentenze Cass. Civ. n. 6869/2012 e n. 1604/2015; Ordinanza Cass. Civ. n. 10140/2014.

Dall’obbligo di iscrizione alla Cassa Edile, con versamento dei relativi contributi, deriva la regolarità contributiva che deve essere congiuntamente attestata da Casse Edili, INPS e INAIL. Per tale ragione, qualora pervengano richieste di DURC da imprese edili, che non sono regolarmente iscritte presso la Cassa Edile territorialmente competente, dovrà procedersi alla segnalazione di irregolarità ai fini del rilascio del DURC on line.

Scarica e stampa la Circolare n.395/C  in formato PDF

 

La Cassa Edile offre alle imprese iscritte l’opportunità di usufruire di un servizio di consulenza, previo appuntamento, per presentare le domande di formazione professionale gratuita per i propri dipendenti, utilizzando i contributi Fondimpresa, attraverso l’adesione all’Avviso 1/2015, in scadenza il prossimo 31 ottobre 2016. In caso di mancata presentazione delle domande, i crediti accumulati nella prima annualità andranno persi.
 
Informativa sulla Privacy - Art. 13 Regolamento UE 2016/679

Il Titolare del trattamento dei dati è il Dott. Alberto Ricci. I dati, raccolti per la gestione della tua richiesta, sono trattati per la seguente finalità: rispondere alla comunicazione, alla richiesta di informazioni sui servizi e prodotti da noi commercializzati o altro specificato direttamente da te; potremo contattarti attraverso modalità tradizionali (posta cartacea, chiamate telefoniche con operatore) o automatizzate (e-mail, sms). Il mancato conferimento dei dati, non ci consentirà di dare seguito alla tua richiesta. Ti informiamo che, per le sole finalità sopra richiamate, i tuoi dati: 1) saranno trattati dalle unità interne debitamente autorizzate; 2) potranno essere comunicati a soggetti esterni quali i nostri partner o i soggetti erogatori di servizi attinenti i citati prodotti e servizi. Potrai richiedere l’elenco completo dei destinatari, rivolgendoti all’indirizzo email: info@cassaedilecagliari.it Laddove alcuni dati fossero comunicati a destinatari siti fuori dall’UE/Spazio Economico EU, SBC Sardegna Meridionale assicura che i trasferimenti verranno effettuati tramite adeguate garanzie, quali decisioni di adeguatezza/Standard Contractual Clauses approvate dalla Commissione Europea. Per informazioni relative al periodo di conservazione dei dati, ai diritti degli interessati (quali il diritto alla visualizzazione, modifica/rettifica, cancellazione, limitazione, opposizione, alla portabilità dei propri dati personali, nonché il diritto a proporre reclamo dinanzi all’Autorità di controllo) e per conoscere nel dettaglio la privacy policy di SBC Sardegna Meridionale, ti invitiamo a visitare il nostro sito alla pagina https://www.sbccagliari.it/privacy/. Il Responsabile per la protezione dei dati, è contattabile al seguente indirizzo: info@cassaedilecagliari.it

×

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner premendo il tasto 'Accetto' ne accetti l'utilizzo per 1 mese. Per maggiori informazioni sui cookie e sul Trattamento dei dati personali leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi